Studio Corsini
reati del comune, provincia e Regione

Responsabilità amministrativa degli Enti derivante da reato

Il Decreto Legislativo 231/2001 disciplina la responsabilità amministrativa delle persone giuridiche (enti forniti di personalità giuridica, società e associazioni anche prive di personalità giuridica) che sorge quando un soggetto in posizione apicale o un soggetto sottoposto alla direzione e al controllo di una persona in posizione apicale commette uno dei reati espressamente previsti dal decreto (art. 24 e seguenti) nell’interesse o a vantaggio dell’ente.
L’ente va esente da responsabilità se fornisce la prova di alcune situazioni elencate dagli articoli 6 e 7 del Decreto Legislativo 231/2001, ad esempio, se ha adottato ed efficacemente attuato un modello di organizzazione e gestione.
Se viene accertata la responsabilità dell’ente il giudice pronuncia una sentenza di condanna ad una pena pecuniaria determinata in quote. Possono essere, inoltre, dispose nei casi previsti dalla legge anche sanzioni interdittive, in questo caso può essere disposta anche la sanzione della pubblicazione della sentenza a mezzo stampa.
Con la sentenza di condanna è sempre disposta la confisca – anche nella forma per equivalente – del prezzo o del profitto che l’ente ha ricavato dal reato.

 

Ti serve un avvocato specializzato in reati del comune, provincia e Regione? Contattaci ora